Alcuni consigli per non impattare negativamente sull’ambiente

rispetto dellambiente
  • Home
  • News
  • Alcuni consigli per non impattare negativamente sull’ambiente

Se la nostra volontà è quella di rispettare l’ambiente e vivere secondo una visione tutta verde, farlo ci è possibile. Le azioni che quotidianamente compiamo senza neppure pensarci, possono impattare in maniera negativa sull’ambiente circostante: ad esempio, durante gli spostamenti casa lavoro o quando mangiamo. Si tratta di automatismi talmente radicati che neppure ci rendiamo conto di compiere gesti abitudinari dannosi per l’ambiente circostante e per chi vive intorno a noi.

Seguire delle regole volte a rispettare l’ambiente è dunque possibile.

Vediamo insieme cinque piccoli consigli per vivere nel modo più green possibile.

1. Prestiamo attenzione a ciò che mangiamo
Molte persone ancora oggi sottovalutano il ruolo che la nostra alimentazione ha sull’ambiente. Tantissimi cibi che compriamo nel supermercato provengono da luoghi lontani da quello in cui viviamo, pertanto sono trattati pesantemente con ogni sorta di conservante. La filiera, inoltre, non risulta sempre del tutto tracciabile, pertanto non ci rendiamo conto dei numerosi passaggi fatti dagli alimenti.

Dovremmo acquistare alimenti di stagione e sapere sempre da dove giunge ciò che mangiamo; questo serve per impattare meno sull’ambiente riducendo i trasporti, ma anche a preservare la nostra salute.

Sul quesito inerente cosa mangiare, è possibile dire che la dieta mediterranea, ma anche quella priva di carni provenienti dagli allevamenti intensivi, è la soluzione che più va incontro al nostro organismo e all’ambiente. Sapere cosa mettiamo nel nostro corpo e ascoltare un bravo nutrizionista, è una modo per rispettare il nostro organismo.

2. Riutilizziamo e soprattutto non sprechiamo il cibo
Se vogliamo davvero fare la differenza, riciclare e usare più volte un prodotto è indispensabile: farlo in modo creativo, poi, è persino affascinante. Si tratta di dare una seconda vita a oggetti che non utilizziamo da tempo, ad esempio, a un barattolo che può diventare un dispendere o una lanterna.

Purtroppo però gli sprechi interessano soprattutto i beni di largo consumo quotidiano, basta pensare all’acqua usata per pulire gli alimenti, oppure ai cibi buttati nella spazzatura i quali, in base alle statistiche, corrispondono a un terzo di quello mondiale sprecato. Il fatto è che oggi i consumatori comprano più di quello che consumano: comprare meno equivale non solo a ridurre gli sprechi, ma anche a risparmiare in termini monetari.

3. Spostiamoci con mezzi green
Il grosso dell’inquinamento atmosferico mondiale è provocato dalle automobili e a incrementare il danno, c’è il fatto che spesso trasportano un solo passeggero. Il car sharing è una soluzione sempre più diffusa, che permette di condividere il mezzo con altre persone: consente sia di ridurre i mezzi in circolazione, sia le conseguenti emissioni di anidride carbonica. La soluzione più incisiva resta comunque sempre quella di usare i mezzi pubblici o la bicicletta.

4. Creiamo il nostro spazio verde
Dove gli spazi ce lo permettono, avere un orto urbano è una scelta in forte crescita tra le persone consapevoli. A Parigi è stata approvata una legge che obbliga gli stabili pubblici ad avere un’area verde e a Tokio l’orto è coltivato all’interno di una fabbrica di floppy disc. Si tratta di scelte volte a recuperare spazi urbani caduti in disuso trasformandoli in funzionali spazi verdi, che si rivelano ottimi investimenti per ottimizzare il benessere futuro dei cittadini. Tutti dovremmo recuperare uno spazio green in casa, in modo da coltivare autonomamente i nostri alimenti.

5. Pensare in maniera generativa
Se vogliamo davvero preservare la salute del nostro piante, dobbiamo iniziare a pensare alla generatività, ovvero guardando oltre il nostro benessere personale e piuttosto a quello delle persone e degli altri esseri viventi intorno a noi. Smettere di concentrarci esclusivamente sull’emergenze presente e momentanea, è l’unico modo per avere un futuro migliore. Si tratta di passare il testimone alle generazioni successive, per questo abbiamo un compito fondamentale e insostituibile. Dobbiamo prendere coscienza del fatto che ciò che facciamo oggi servirà domani per avere un mondo migliore.

Hai delle esigenze simili
o vuoi saperne di più su questo servizio?

Vuoi rimanere in contatto
con EcolSea?

Tag:
Condividi: