L’olio esausto: un rifiuto da smaltire correttamente

olio esausto

Di certo in casa avrete sentito dire più volte che l’olio fritto non va assolutamente gettato nel lavandino della cucina.

Niente di più vero: l’olio esausto, così come viene chiamato l’olio consumato e cotto per la preparazione degli alimenti, è nemico giurato sia dei tubi presenti in cucina, che non è male salvaguardare, e soprattutto dell’ambiente.

Ricordiamo infatti che, attraverso le acque reflue, tutti i liquidi utilizzati in casa, inclusi detersivi, arrivano nelle reti fognarie della nostra città. Da qui, l’olio esausto può raggiungere:

  • terreni coltivabili;
  • pozzi potabili;
  • reti idriche e sistema di depurazione.

Tutti questi punti di transizione o destinazioni finali delle acque reflue possono venire intaccate dalla tossicità dell’olio esausto, in quanto non biodegradabile e non organico.

Come smaltire l’olio esausto?

La maggior parte delle città italiane è munita oggi di centri di raccolta per l’olio esausto. Sono contenitori pubblici, spesso vicini ai classici contenitori per la spazzatura cittadina, contraddistinti da un colore giallo acceso e dalla scritta in verde in cui è indicata la loro finalità d’uso.

In questi centri di raccolta è possibile portare le proprie bottiglie di olio usato. Basta utilizzare una normale bottiglia in cui raccogliere l’olio consumato anziché gettarlo nel lavandino, e portarla nell’isola ecologica più vicina a casa una volta terminata la raccolta.

Lo smaltimento dell’olio esausto segue un iter diverso da quello dei prodotti commestibili, e quindi dalla raccolta di rifiuti organici. Proprio perché non biodegradabile, i centri di smaltimento dei rifiuti tratta l’olio esausto con tecniche particolari per la completa eliminazione, senza inquinare l’ambiente o riversarlo nei terreni vicini. 

Dall’olio esausto, ad esempio, si possono ricavare la glicerina, per la produzione di saponi, così come lubrificanti vegetali per i macchinari agricoli e carburante biodiesel.

Se non disponi di isole ecologiche vicino casa, contatta un’azienda specializzata in raccolta rifiuti speciali per smaltire correttamente l’olio esausto.

Hai delle esigenze simili
o vuoi saperne di più su questo servizio?

Vuoi rimanere in contatto
con EcolSea?

Tag:
Condividi: