Prove di tenuta cisterne interrate: informazioni generali

  • Home
  • News
  • Prove di tenuta cisterne interrate: informazioni generali

L’esercizio di controllo dei serbatoi deve avvenire in condizioni di sicurezza per evitare di compromettere la salute dell’ambiente ed incorrere in sanzioni penali. A tal proposito i serbatoi a singola parete non realizzati secondo le prescrizioni previste per i nuovi impianti, devono essere sottoposti a controlli di tenuta consistenti in un controllo periodico con lo scopo di verificare la presenza di eventuali perdite e devono essere eseguite con la periodicità e con le modalità previste dalla normativa vigente.

Ogni quanto devono essere eseguite le prove di tenuta su cisterne e serbatoi?

Secondo la normativa vigente, le prove di tenuta sulle cisterne devono eseguirsi:

  • ogni anno, se installate da oltre 30 anni o con data di installazione sconosciuta, qualora non risanate
  • ogni due anni, se installate dai 15 ai 30 anni, qualora non risanate;
  • ogni tre anni a partire dal 5° anno dal risanamento.

Nel caso in cui la prova attesti la mancata tenuta del serbatoio deve essere data comunicazione immediata alle autorità competenti ai sensi degli art. 242 e 245 comma 2 del D.lgs. 152/06 e s.m.i.; qualora inoltre fosse accertata l’eventuale dispersione di sostanze pericolose nella matrice ambientale dovrà essere intrapreso l’iter di bonifica secondo le modalità e procedure imposte dalla parte IV titolo V del D.lgs. 152/06 e s.m.i.

Prove di tenuta delle cisterne: perché scegliere Ecol Sea

Le prove di tenuta devono essere effettuate da personale tecnico qualificato con il conseguente rilascio della certificazione dei risultati ottenuti e la metodologia utilizzata. I risultati delle prove devono essere custoditi dal proprietario, ovvero dal gestore dell’impianto.

Oltre alle attività di bonifica di cisterne e serbatoi, Ecol Sea Srl effettua prove di tenuta per cisterne interrate sino a 120 mc, al fine di verificare la loro integrità. Questi interventi vengono effettuati utilizzando strumenti all’avanguardia con metodologia a ultrasuoni SDT Tanktest System, che consiste nel raccogliere e amplificare i suoni generati dalle perdite in seguito alla depressurizzazione del serbatoio, utilizzando due sensori sensibili.

In questo modo è possibile individuare anche piccolissimi fori o minuscoli difetti che non siano ancora origine di perdite. Il servizio offerto da Ecol Sea Srl permette di:

  • prevenire perdite
  • individuare sversamenti di gasolio o di altri liquidi nel sottosuolo
  • certificare l’integrità del manufatto

Hai delle esigenze simili
o vuoi saperne di più su questo servizio?

Vuoi rimanere in contatto
con EcolSea?

Tag:
Condividi: