Canna fumaria in eternit: cosa fare?

canna fumaria eternit

La canna fumaria in eternit

L’amianto, o eternit, è di uso comune in ciminiere, canne fumarie, fornaci, camini casalinghi e altre costruzioni create prima del 1980 per via del suo abbondante uso nelle costruzioni edili degli scorsi decenni.

Quali sono le caratteristiche dell’eternit?

L’eternit è in grado di resistere al fuoco e al calore, e ciò lo rese un componente fondamentale per la costruzione di isolamenti termici in camini e fornaci. Inizialmente utilizzato per rendere più sicure le nostre case è oggi considerato un agente nocivo per i nostri polmoni e la nostra salute, per via delle micro fibre di amianto rilasciate nell’aria che respiriamo e che andrebbero poi a ledere la salute del nostro apparato respiratorio. Molte delle canne fumarie nei nostri camini sono ricoperte di un materiale composito nato dall’unione dell’amianto con il cemento ed implementato da Johns Manville. Transite era inizialmente il nome di un brand, che poi con l’uso comune è stato normalizzato a nome comune di cosa per ogni materiale simile. È facile dunque che le case costruite prima del 1980 contengano della transite nelle proprie canne fumarie, il materiale era infatti largamente utilizzato per la rifinitura delle ciminiere per complessi di appartamenti e case residenziali. Lo scopo era quello di far resistere la ciminiera alle fiamme e di trattenere più a lungo il calore.

I condotti fumari non erano gli unici ad essere fatti in amianto, infatti molto spesso qualsiasi tipo di condotto, dal gas all’acqua, era fatto di questo materiale, specialmente nelle case più vecchie. L’eternit non viene più fortunatamente implementato nella costruzione di case ed appartamenti di ultima generazione, ma è comunque molto facile che qualcuno di voi che sta leggendo questo articolo sia venuto a contatto almeno una volta, o possiede, o abita una casa con condotti in amianto. 

Cosa fare se si possiede una canna fumaria in eternit?

Cosa fare dunque se ci si trova in una situazione del genere, con dell’amianto nella canna fumaria? Sappiate che lavori di ristrutturazione e/o rinnovazione sulla ciminiera potrebbero esporre l’amianto, il quale rilascerebbe le sue fibre nell’aria, un pericolo da non sottovalutare. Se non si agisce potrebbero tuttavia esserci spiacevoli inconvenienti avendo una struttura in amianto in casa, dato che il materiale ricoprente il camino potrebbe andare ad erodersi e consumarsi nel corso degli anni e quindi far fuoriuscire le pericolose fibre, minuscole e affilate come rasoi.

La scelta migliore è quella di rivolgersi ad un’azienda specializzata nella bonifica di siti e beni contenenti amianto.

Noi di Ecol Sea Srl, dopo un sopralluogo scrupoloso, ci occupiamo di tutte le fasi relative alla bonifica sia di manufatti contenenti amianto sia di siti da esso contaminati.

Hai delle esigenze simili
o vuoi saperne di più su questo servizio?

Vuoi rimanere in contatto
con EcolSea?

Tag:
Condividi: